Attenzione, il Programma Cultura 2007-2013 è chiuso

E' stato realizzato un nuovo sito web dedicato a Europa Creativa.
Il nuovo sito del CCP Italy è cultura.cedesk.beniculturali.it.

Logo del CCP Italy

Ricerca partner

È un servizio fornito dal CCP Italy per facilitare la ricerca partner nel settore culturale

Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere informato su news, eventi e scadenze del Programma Cultura?

Registra la tua email Simbolo di una freccia Vai

Icona della sezione News News

Europa Creativa: cosa bolle in pentola (parte III). Dal Culture Forum di Bruxelles...

Un disegno raffigurante una pentola sul fuocoEuropa Creativa: cosa bolle in pentola (parte III). Dal Culture Forum di Bruxelles...

La pazienza è amara, ma il suo frutto è dolce.
Jean-Jacques Rousseau

Nella puntanta precedente: Europa creativa sembra più vicina: il 17 Luglio il COREPER ha dato l'ok al testo di compromesso sul nuovo Programma. Googlando sembra quasi che Europa Creativa rappresenti la panacea a tutti i problemi del settore culturale e creativo, soprattutto a livello nazionale.
Non è esattamente così.

Siamo appena tornati da Bruxelles e abbiamo delle novità per voi. Durante il Culture Forum a Bruxelles vi abbiamo aggiornato in tempo reale tramite facebook e twitter sulla sessione dedicata a Europa Creativa per quanto riguarda il Sub-Programma Cultura. Barbara Gessler, Head of Unit, EC - DG for Education and Culture, Creative Europe Programme - Culture Unit, ha presentato le nuove opportunità di finanziamento per il settore culturale e creativo senza slide, per sottolineare che l'adozione del Programma non è ancora ufficiale. Il regolamento di Europa Creativa, infatti, dovrà essere approvato prima dal di Parlamento Europeo il 18 Novembre, poi dal Consiglio dei Ministri il 5 Dicembre. Entro la fine dell'anno il regolamento verrà pubblicato e entrerà in forza a partire dal 2014. E le nuove call? Ormai è ufficiale: usciranno durante il mese di Dicembre.

Cerchiamo ora di ricomporre il puzzle dei nostri post sui social network dal Culture Forum di Bruxelles. Ci dispiace dirlo, ma gironzolando sul web abbiamo notato che già "qualcuno" presumibilmente col dono dell'ubiquità e impavido del copyright, ha cercato di ricomporre le nostre parole senza molto successo. Ricordatevi che la nostra fonte è l'unica ufficiale in Italia e che dal 2014 faremo parte del nuovo network dei Creative Europe Desk, istituiti dalla Commissione Europea e attivi in ogni paese partecipante al programma Europa Creativa. Il nostro compito consisterà, così come per il Programma Cultura, nel fornire assistenza tecnica gratuita a tutti i potenziali beneficiari del nuovo programma. Ma questa è un'altra storia e ne parleremo prossimamente.

Incominciamo!

Europa Creativa: un programma quadro di 1,46 miliardi per il settore culturale e creativo per il 2014-2020. Sarà composto da due sub-programmi (Cultura e MEDIA) e una sezione transettoriale (fondo di garanzia per il settore culturale e creativo + data support + piloting).Il fondo di garanzia, inoltre, partirà nel 2016.

Culture Sub - Programme:
è l'evoluzione del Programma Cultura 2007-13 e rappresenta il 31% del budget totale di Europa Creativa.

Culture Sub-Programme, main objectives (basta con la mobilità e il dialogo interculturale...):

  • supportare la capacità del settore culturale e creativo europeo di operare a livello transnazionale;
  • promuovere la circolazione transnazionale delle opere culturali e creative e degli operatori culturali;
  • rafforzare la capacità finanziaria dei settori culturali e creativi, in particolare delle SME;
  • supportare la cooperazione politica transnazionale al fine di favorire innovazione, policy development, audience building e nuovi modelli di business.

Chi può partecipare?
Tutti gli enti pubblici e privati del settore culturale e creativo preferibilmente no profit e legalmente riconosciuti in uno dei paesi partecipanti al programma (le persone fisiche non sono ammesse ed è necessario essere riconosciuti legalmente da almeno 2 anni).

Quali sono i paesi eleggibili?

  • Stati Membri UE.
  • Paesi EFTA/EEA: Lichestenstein, Norvegia, Svizzera.*
  • Candidati e potenziali candidati EU: Turchia, Repubblica di Macedonia, Serbia, Islanda, Bosnia-Herzegovina, Montenegro, Albania.*
  • Paesi ENP: Armenia, Azerbaigian, Bielorussia, Georgia, Moldova e Ucraina (ENP EAST) Algeria, Egitto, Giordania, Israele, Libano, Libia, Marocco, Siria, Tunisia e Autorità Palestinese (ENP South).*

Quali i settori di finanziamento?
Quattro settori di finanziamento divisi in 4 categorie.

1. Progetti di cooperazione:
cooperare, condividere, muovere idee, talenti, prodotti culturali, coinvolgere il pubblico...a differenza dei progetti di cooperazione del Programma Cultura saranno divisi in due categorie e dovranno contemplare gli obiettivi specifici sopra citati.
Categorie:

-smaller scale cooperation projects: progetti composti almeno da un coorganizzatore e due coorganizzatori di tre differenti paesi partecipanti al programma. Il massimo dell'EU Grant disponibile è pari a 200.000 euro cofinanziati al 60% (una buona notizia...per il Programma Cultura il cofinanziamento era del 50%). La durata massima dei progetti è di 48 mesi. La prima call verrà pubblicata a Dicembre e scadrà a Marzo.

-larger scale cooperation projects: progetti composti almeno da un coorganizzatore e cinque coorganizzatori di sei differenti paesi partecipanti al programma. Il massimo dell'EU Grant disponibile è pari a 2.000.000 euro cofinanziati al 50%. La durata massima dei progetti è di 48 mesi. La prima call verrà pubblicata a Dicembre e scadrà a Marzo.

2. Traduzioni letterarie:
ovvero i finanziamenti che consento la circolazione della letteratura in Europa..il format è rimasto quasi identico al Programma Cultura, ma con importanti novità. I progetti si divideranno in due categorie: "two years projects" (2 anni) con un massimo di 100.000 euro di cofinanziamento " e framework partnership agreement" (3 anni) con un massimo di 100.000 euro di cofinanziamento per anno. Sarà possibile tradurre dai 3 ai 10 libri (ebooks ammissibili!!!!!) rispettando le lingue eleggibili e, oltre i costi di traduzione , saranno eleggibili anche quelli di promozione (altra bella notizia..). La prima call verrà pubblicata a Dicembre e scadrà a Marzo.

3. Networks:
networks, ovvero scambio di informazioni, movimento, ICT. Come suggerito dal nome, questa tipologia di finanziamento supporta la capacità di fare rete al fine di rafforzare le capacità del settore culturale e creativo di operare al di la dei confini nazionali. In particolare i network dovranno essere costituiti da almeno 15 membri (no persone fisiche) da almeno 10 diversi paesi partecipanti al programma. Lo scambio di informazioni (conferenze, workshop, piattaforme on line, confronto e analisi dati...) per rafforzare l'internazionalizzazione delle carriere e facilitare l'accesso a opportunità professionali, sarà una caratteristica fondamentale dei network. Per questo motivo si parla di "effetto strutturale". Ci saranno soltanto due call (una nel 2013 e l'altra nel 2016) e verrà finanziato un numero limitato di networks. Il massimo dell'EU Grant sarà di 250.000 euro per anno che rappresentano l'80% del budget totale. Beh, sicuramente non sarà uno dei settori più semplici del nuovo programma.

4. Piattaforme:
se i network mettono in rete diversi settori e diversi paesi, le piattaforme rappresentano l'essenza del nuovo programma, o, meglio la "vocazione europea". Le piattaforme dovranno essere composte da almeno 10 membri (no persone fisiche) di almeno 10 paesi partecipanti al Programma e dovranno dare visibilità sia ai creatori e agli artisti europei (in particolare quelli emergenti) sia alle opere non nazionali attraverso co-produzioni, eventi, esibizioni, manifestazioni internazionali, festival. Il massimo dell'EU Grant sarà di 500.000 euro per anno che rappresentano l'80% del budget totale. Ci saranno soltanto 3 call for proposal, di cui la prima a Dicembre 2013.

È tutto per il momento. Ricordatevi che le seguenti informazioni non sono ancora ufficiali e che potrebbero subire delle modifiche. Per questo motivo vi chiediamo di non contattarci per ulteriori chiarimenti. Appena usciranno le call, riattiveremo il nostro help desk e soprattutto la nostra area riservata MyCCP. Last but not least entro Dicembre avremo un nuovo sito web con tutti gli aggiornamenti su Europa Creativa e faremo il primo infoday ufficiale su Europa Creativa (Sub-Programma Cultura). Maggiori info sempre su www.ccpitaly.beniculturali.it!

A presto!

(continua)

*sotto specifiche condizioni


Per maggiori info sul Programma Europa Creativa:
http://ec.europa.eu/culture/creative-europe/index_en.htm

Per maggiori info sul Sub-Programma MEDIA:
http://www.media-italia.eu/home/

Continuate a seguirci sul nostro sito, iscrivetevi alla nostra newsletter, se non lo avete ancora fatto, e sintonizzatevi sui nostri canali twitter e facebook per rimanere aggiornati!



13 Novembre 2013
Marzia Santone
Logo Creative Commons Tutti i contenuti disponibili sul sito del CCP Italy sono distribuiti con licenza Creative Commons. Se vuoi ripubblicare questo articolo sul tuo blog o sito internet puoi farlo utilizzando la dicitura "Questo articolo è stato originariamente pubblicato sul sito web del CCP Italy" includendo un link attivo diretto alla pagina dell'articolo e indicando il nome dell'autore, se disponibile.
E' gradita una e-mail di segnalazione alla redazione dell'avvenuta ripubblicazione: ccpitaly.ufficiostampa@beniculturali.it.

Ultime news

Europa Creativa: cosa bolle in pentola (epilogo)10 Dicembre 2013 - Ci siamo! on line le prime call di Europa Creativa! Come vi abbiamo ricordato più volte, il nostro ufficio continuerà a fornire assistenza esclusivamente sul Sub-Programma Cultura di Europa Creativa mentre MEDIA DESK Italia continuerà a fornire assistenza sul Sub-Programma MEDIA.

"Europa Creativa: hey ho, let's go!" sold out4 Dicembre 2013 - Europa Creativa: hey ho, let's go! A poche ore dall'apertura delle iscrizioni l'evento è già sold out! La disponibilità dei posti era limitata e per la riuscita dell'evento abbiamo dovuto chiudere le iscrizioni a 250...

Call for proposal EAC/S04/2013: gestione e implementazione del Premio per la musica rock, pop, e dance (EBBAS)3 Dicembre 2013 - Se sei un’associazione o consorzio che si occupa di eventi musicali (rock, pop, e dance) a livello europeo potresti essere il futuro organizzatore degli European Borders Breakers Awards!

Licenza Creative Commons
CCP Italy website by www.ccpitaly.beniculturali.it is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License.